Mutuo cap il miglior mutuo con cap

Il miglior mutuo cap con contributi casa

Richiedi un preventivo gratuito senza impegno ed informazioni sui contributi prima casa

Il "mutuo cap" è un mutuo a tasso variabile adatto a tutti coloro che desiderano evitare oscillazioni dei tassi di interesse verso l’alto , garantendo dunque la fluttuazione  della rata di mutuo entro parametri stabiliti .
I vantaggi del "mutuo con cap"  sono dati nel poter sottoscrivere un mutuo con tassi di interesse inferiori ai mutui con tasso fisso e certamente è un prodotto che costa sicuramente di più rispetto ad un variabile.  E’ infatti un mutuo variabile con un tetto che impedisce alla rata di crescere entro un tasso di interesse pattuito contrattualmente . Chiaramente è necessario , prima di scegliere questo prodotto valutare attentamente tale scelta o rivolgersi ad un consulente con il quale poter simulare in base all’andamento storico dei tassi , la reale convenienza che può essere colta solo nel preciso momento in cui si decida di sottoscrivere tale tipologia di mutuo. E’ altresì importante fare attenzione e cogliere le differenze tra ammortamento con quote capitali che sono fissate al rogito ed ammortamento che può essere ricalcolato periodicamente con ricalcolo delle quote di capitali e di interessi
In sostanza i mutui a tasso variabile con cap consentono certamente di ridurre i rischi di un variabile puro , ma se durante il periodo i tassi di interesse del variabile si mantengono sotto una certa soglia , si pagherà sicuramente uno spread più alto , per questo è importante saper valutare con attenzione ogni prodotto che è condizionato da numerosissimi fattori esterni.
Dunque con il mutuo con  cap , detto anche mutuo con tetto massimo , qualora l’euribor dovesse salire , si andrà a pagare solo il tasso di interesse massimo di oscillazione pattuito contrattualmente. Per esempio se il mutuo con cap prevede una oscillazione tra il 3% ed il 5% e l’euribor sale al 6% , il cliente pagherà alla banca solo il 5%. Diversamente se durante l’arco temporale i tassi di interesse variano tra il 2% ed il 5% , il rischio è che il cliente pagherà una somma sicuramente più elevata alla banca rispetto ad un mutuo variabile puro. 
Dunque sintetizzando il mutuo con cap altro non è che un mutuo a tasso variabile al quale si applica un tasso di interesse massimo oltre il quale in caso di incremento dei tassi oltre tale soglia il cliente è garantito e tale rischio viene assunto dalla banca che si assume l’onere.  Altra questione fondamentale cui è necessario fare attenzione è verificare sempre con la banca se il cap pattuito ha come riferimento il tasso effettivamente pagato e non come riferimento il tasso di riferimento dell’euribor o della bce , in quanto in tale caso il cap che si andrà a pagare sarà più oneroso in quanto composto dal cap pubblicizzato più lo spread .
Il costo dunque di un mutuo con cap è una via di mezzo tra il costo di un mutuo a tasso fisso ed un mutuo a tasso variabile che consente di tutelarsi rispetto un trend di tassi in aumento , garantendo in caso di aumento una rata contenuta con il cap prefissato.