I mutui e contributi prima casa a Padova

Individua il tuo prodotto di mutuo ed i contributi prima casa

Richiedi un preventivo gratuito senza impegno ed informazioni sui contributi prima casa

Per quanto riguarda le modalità di accesso ed i bandi sui mutui prima casa per il Comune di Padova , vi invitiamo a verificare sulle pagine del nostro sito cliccando sulla vostra regione di appartenenza. Il Comune di Padova promuove altre iniziative a sostegno della prima casa , in particolare: Contributi casa per l’affitto Ogni anno, viene pubblicato il bando per la concessione di contributi per sostenere i canoni di locazione da contratti regolarmente registrati. Le modalità ed i requisiti possono variare di anno in anno , comunque in linea generale è rivolto a tutti i residenti nel Comune di Padova ed essere stati titolari, nel corso del biennio 2009 e 2010 , di contratti di locazione ad uso abitativo, situati nella Regione Veneto, regolarmente registrati altresì i contratti devono aver ad oggetto alloggi di categoria catastale compresa fra A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e A/11; - non essere stati titolari, per l'anno di riferimento del bando ed al momento della presentazione della domanda, di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi o parti di essi, ovunque ubicati, il cui imponibile complessivo ICI sia superiore a € 49.938,42 oppure, indipendentemente dal valore catastale, qualora la quota complessiva di possesso, da parte del nucleo familiare, sia superiore al 50%. Tale esclusione non opera nei casi in cui l'alloggio, per disposizione dell'autorità giudiziaria, sia dato in godimento al coniuge separato o nel caso in cui l'usufrutto sia, per legge, assegnato al genitore superstite; - essere in possesso di un indicatore Isee-fsa (Indicatore situazione economica equivalente per il fondo sostegno all'affitto) non superiore a € 14.000; tale limite è elevato a € 16.100,00 per i nuclei composti da una sola persona altrimenti esclusi dal contributo regionale; a € 18.900,00 se la persona sola ha compiuto o compierà 65 anni entro la data di scadenza del Bando; a € 23.100,00 se il richiedente è persona sola e invalida; a € 25.900,00 se il richiedente è persona sola, invalida e ha compiuto o compierà entro la data di scadenza del Bando il 65° anno di età; - avere il canone annuo di locazione che incida in misura non inferiore al 14% e non superiore al 70% sull'Isee-fsa; Altre categorie svantaggiate possono far valere le loro rendite che non saranno imponibili e dunque escluse dall'Isee: -rendite erogate dall'INAIL per invalidità permanente; - pensioni di guerra; - pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva e quelle ad esse equiparate (sentenza Corte Costituzionale n. 387 del 4 novembre 1989); - pensioni e assegni erogati ai ciechi civili, ai sordomuti e agli invalidi civili; - pensioni sociali e maggiorazioni sociali dei trattamenti pensionistici; - equo indennizzo di cui alla Legge 210/1992 e alla direttiva tecnica interministeriale (Ministero della Sanità - Ministero della Difesa) del 28 dicembre 1992; - assegni periodici ricevuti per il mantenimento dei figli spettanti al coniuge in conseguenza di separazione, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, risultante da provvedimenti dell'Autorità giudiziaria; - retribuzioni corrisposte da enti e organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche; - premi corrisposti a cittadini italiani da stati esteri o enti internazionali per meriti letterari, artistici, scientifici e sociali; Nel caso di cittadini di Stati Terzi, essere in possesso di permesso o carta di soggiorno in corso di validità o di attestazione dell'istanza di rinnovo e nel caso di cittadini stranieri, non essere stati destinatari di provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale. L'alloggio per cui si chiede il contributo non può superare i 95 mq per famiglia ed oltre i 3 componenti, la superficie è aumentata di 5 mq per ogni componente.

 Assegnazione di alloggi di Edilizia residenziale pubblica

 I bandi per l'assegnazione degli alloggi di Edilizia residenziale pubblica (Erp) sono annuali , riportiamo di seguito la normativa di riferimento: Deliberazione Consiglio comunale n. 105 del 26 novembre 2007. L.R. n. 10 del 2 aprile 1996 "Disciplina per la assegnazione e gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica" e successive modificazione ed integrazioni.