Come funziona il servizio di aste sui mutui

Aste sui mutui , servizio aste sui mutui

Documento di sintesi 

  • Penali: nessuna, in ogni circostanza 
  • Compenso Contributicasa : ZERO 
  • Spese richieste da Contributicasa: nessuna

Il vantaggio di un’asta e come ottenere i tassi più bassi presenti oggi sul mercato

Con la sottoscrizione del servizio di Contributi casa potrai partecipare ad aste al ribasso dove le banche partner ti contatteranno per offrirti le loro migliori convenzioni e ricevere le speciali offerte. Contributi casa nella qualità e nella persona del Mediatore Creditizio che la rappresenta, rinuncia espressamente ad ogni compenso di mediazione. In tal modo le banche risparmiando sui costi di mediazione, in seguito alla rinuncia del compenso del mediatore, potranno offrire ai nostri utenti iscritti, a titolo gratuito, tassi inferiori rispetto a quelli presenti sul mercato. L’altro punto di forza del servizio di Contributi casa è che con il suo portale si propone come un aggregatore di mutui, offrendo alle banche un quantitativo indefinito di richieste. In tal modo l’alto numero di richieste presenti sul portale, renderanno possibili maggiori sconti sui tassi di interesse. Questo perché è come se tutti insieme, uniti in una sola catena, trattassimo l’acquisto di 1000 case dallo stesso costruttore. E’ dunque chiaro a tutti il possibile vantaggio determinato dallo sconto applicato, rispetto a chi singolarmente si affaccia ad uno sportello per richiedere un mutuo! Contributi casa con il suo portale, ha rivoluzionato il mercato dei mutui. Mentre in precedenza ci si rivolgeva alla banca individualmente per ottenere un mutuo,da oggi si avvia una fase nuova, dove, attraverso la nostra piattaforma, gli utenti iscritti, potranno essere contattati singolarmente dalle banche con offerte segrete che nessuna altra banca potrà mai conoscere, come se si trattasse di una vera e propria ASTA. Infatti solo la banca che invierà l’offerta migliore si aggiudicherà il cliente! Contributi casa con la sua piattaforma si propone di avviare un processo di concorrenza nel mercato dei mutui favorendo altresì, non solo le grosse banche nazionali, ma tante piccole e medie banche presenti sul territorio, che prive di sportelli, ma con situazioni di liquidità sono alla ricerca di clienti cui poter offrire i propri prodotti di mutuo. Non tutti sanno che le banche si rivolgono ad intermediari per poter vendere il maggior numero di mutui. Le banche dunque in seguito a maggiori costi di erogazione dei mutui, influenzati in particolar modo dal costo dell’ intermediazione creditizia, erogano dei mutui con tassi più onerosi. Contributi casa, rinunciando espressamente ad ogni provvigione in qualità di intermediatore creditizio, richiede alle banche partner, che accetteranno e sottoscriveranno un nostro modello comportamentale e contrattuale, di praticare come contro partita un tasso di interesse più vantaggioso per coloro che si iscriveranno nella nostra banca dati. Contributi casa è altresì rivolto a tutti quei mediatori creditizi che rinunciando a parte dei loro compensi, possono offrire prodotti di mutuo con spread non superiore all’1 %. Anche in questo caso bisogna sapere che i mediatori creditizi ottengono ottimi compensi dalle banche! Molto spesso il compenso è legato al tasso di interesse applicato, più lo spread è alto e maggiore è il compenso per il mediatore. I mediatori creditizi che intendono applicare lo spread dell’1% potranno ottenere da Contributi casa le autorizzazioni per accedere al database e contattare i clienti, ma solo nel caso in cui sottoscrivano di proporre mutui con spread massimo dell’1%, rinunciando così ad una consistente parte dei loro introiti.

Perché è possibile ottenere un mutuo con tassi di interessi più bassi.

Bisogna sapere che il tasso applicato dalle banche sui mutui è composto da due indici, l’Euribor per quanto riguarda il tasso variabile e l’Irs per quanto riguarda il tasso fisso. Questi due valori variano di giorno in giorno e sono determinati dall'Euribor Panel Steering Committee, cioè un comitato di esperti, che in base ai dati ricevuti dalle grandi banche, soprattutto europee, stabilisce il costo del denaro. Infine c’è un terzo valore, quello più importante,e che ci interessa direttamente, ovvero lo Spread, che è il guadagno reale delle banche sui nostri mutui e che può arrivare anche al 2%. Ebbene la piattaforma di Contributi casa mira ad ottenere dalle banche uno spread, il più basso possibile, obbligando le stesse, per aggiudicarsi il cliente, ad offrire prodotti con il tasso più basso sul mercato, ben sapendo che nel frattempo altre banche vi avranno inviato segretamente,altre offerte e dunque consapevoli che si aggiudicheranno il cliente solo nel caso in cui perverrà l’offerta migliore. Per questo Contributicasa è una vera e propria ASTA, dove si aggiudicherà il cliente solo chi proporrà il prodotto di mutuo più conveniente! Provare per credere, inserite i vostri dati, a voi non costa nulla è tutto gratuito, in più formate una catena ed invitate altri vostri amici,che come voi sono alla ricerca di un prodotto di mutuo, ricordando che più siamo e più contiamo!

Il servizio sui bandi e contributi per la casa.

In più inserendoti nel database potrai ottenere tutte le informazioni sui contributi per la casa. Infatti ad ogni pubblicazione dei bandi regionali ti sarà inviata una newsletter con tutte le informazioni necessarie per accedere ai bandi, a chi rivolgerti etc.etc.

Gratuità del servizio.

Il servizio viene reso a titolo completamente gratuito, pertanto Contributi casa non potrà richiedere in alcun caso nessuna provvigione, compenso o spesa. Con tale sottoscrizione, il cliente, accetta di essere inserito nel database di Contributi casa e potrà in qualsiasi momento revocare tale incarico senza incorrere in penale alcuna. L’inserimento del database è di un anno, allo scadere dei quali, Contributicasa invierà una email di conferma per rinnovare il servizio per la stessa durata. Con la sottoscrizione del form, il cliente acconsente affinché Contributi casa possa trasmettere ed autorizzare l’accesso delle informazioni inserite sul suo database alle banche partner . Altresì il cliente iscritto nella nostra banca dati, ci autorizza a contattare le banche partner di Contributi casa ed altri contraenti, a ricevere informazioni sui pareri maturati sulla concessione, sullo stato di avanzamento della pratica e gli estremi del contratto stipulato. Tale autorizzazione viene richiesta affinché Contributi casa possa verificare che le banche ed altri soggetti preposti, rispettino gli accordi sottoscritti, poiché in seguito alla nostra rinuncia, di un qualsiasi compenso di mediazione creditizia, ai sottoscrittori di tale accordo contrattuale, si è richiesto di applicare un tasso di interesse privilegiato Contributi casa comunica con il presente atto che non ha alcun potere decisionale, e sulla formazione dell’istruttoria che sono totalmente gestiti dalle banche medesime.

Con chi sottoscriverò il mutuo?

Una volta ricevute le diverse offerte dalle banche partner e soggetti preposti, il cliente potrà scegliere in piena libertà la migliore offerta pervenuta e la banca con la quale potrà sottoscrivere il contratto di mutuo. La banca a quel punto invierà il cliente o presso uno dei suoi sportelli presenti sul territorio ed a te più vicino, o diversamente, se la banca lavora solo on line, ti invierà tutte le informazioni necessarie per poter procedere. Successivamente sceglierai un tuo notaio di fiducia dove sottoscriverai il contratto di mutuo e concorderai con la banca l’invio di un suo funzionario per la sottoscrizione del contratto.

Alcuni suggerimenti fondamentali

Controlla di avere i requisiti necessari per la concessione del mutuo bancario ricordando che risulta fondamentale per arrivare quanto prima alla erogazione il rapporto esistente tra rata e reddito.

Ricordati di produrre tutta la documentazione richiesta affinché la banca od altro istituto finanziario possa realmente lavorare la tua richiesta affinando ed inoltrandoti una proposta aderente alla realtà.

  • Se il rapporto rata/reddito non dovesse essere confacente vi invitiamo a trovare un eventuale garante o cointestatario del mutuo che possa con del reddito aggiuntivo rendere ottimale il rapporto tra le due variabili.
  • Qualora il rapporto rata reddito non dovesse essere ottimale la banca alzerà il livello di rischio e ti fornirà sempre un prodotto più oneroso. Per evitare che questo accada è importante avvalersi di un garante (parente, genitore etc) che con un proprio reddito riporterà il rapporto rata reddito alla normalità. Diversamente potrai cointestare il mutuo con altro convivente (marito/moglie) sempre con ulteriore reddito a sostegno.
  • In caso in cui il rapporto rata reddito non dovesse essere ottimale è consigliabile allungare la durata del mutuo. Ad esempio nel caso di un mutuo a venti anni di 100000 euro dove la rata è di 500 euro mese ed il reddito di ottocento, è importante portare il mutuo a 30 anni per abbassare la rata e rientrare nei parametri ottimali. In questo caso possiamo essere sempre in tempo per ridurre il mutuo e dunque la rata, procedendo ad esempio a restituire quelle somme nel frattempo risparmiate con dei rimborsi di capitale alla banca!
  • Altra questione si pone nei casi in cui il reddito non è facilmente dimostrabile, in questi casi è consigliabile richiedere alla banca alcuni suggerimenti utili che potranno mettervi nelle condizioni di dimostrare tali entrate.

Come è possibile che i mutui di Contributicasa costano meno delle altre banche?

Contributicasa si avvale di un metodo, vecchio come il mondo, ovvero quello delle aste con OFFERTA SEGRETA AL RIBASSO, obbligando le banche ad offrire il mutuo con il tasso di interesse minore.

Inoltre Contributi casa rinunciando espressamente al costo di mediazione, favorisce il minor costo della banca interessata nell’erogazione del mutuo, ad esclusivo vantaggio del cliente

Infine Contributi casa,attraverso il portale, aggrega ed invia alle banche migliaia di mutui a costo zero per le banche, ottenendo in cambio degli sconti sui tassi di interesse praticati

Contributicasa è una banca?

No, Contributi casa è un intermediario con finalità mutualistiche, che opera in nome e per conto del rappresentante regolarmente iscritto, che ha rinunciato espressamente a qualsiasi compenso di mediazione, al fine di mettere in contatto la banca ed il consumatore. Contributi casa non concede dunque finanziamenti pertanto il rapporto si consuma esclusivamente tra banca e cliente.